CASTELMOLA

Castelmola, Myle al tempo della sua nascita, fu edificata nel 350 a.c. da Andromaco.

Un particolare borgo medievale il cui nome deriva dal castello normanno che sovrasta il centro abitato e dalla forma della rocca su cui si trova, vagamente somigliante ad una mola di pietra.

Un balcone mozzafiato sopra Taormina, dal quale è possibile ammirare il vulcano Etna, la costa ionica, il golfo di Giardini-Naxos, il Capo di S. Alessio, lo stretto di Messina e le coste calabre.

La piazza Sant’ Antonio, che segna l’inizio del paese, affaccia anche lo storico Caffè S. Giorgio, fondato nel ´700 dai monaci e adibito a taverna.

Lungo la vie del borgo i negozietti vendono souvenir siciliani, pizzi e ricami delle donne del luogo.

Da vedere inoltre il Castello, il Duomo, la Chiesa di San Giorgio, la Chiesa di San Biagio e la Chiesa dell’Annunziata.

Un “particolare” locale presente a Castelmola è Il Bar Turrisi il quale espone con nonchalance i suoi falli in legno, coccio o ceramica, in un ambiente che sembra il regno dei masculi, retaggio di credenze magno-greche che solo qui, forse, resistono.